Fregnacce alla Sabinese

Una ricetta povera della bella terra Sabina che raccoglie pochi e buoni ingredienti semplici!
“Fregnaccia” infatti in dialetto romano vuol dire “sciocchezza” e sta ad indicare proprio la semplicità sia della realizzazione sia degli ingredienti.

La ricetta nasce nel territorio più a nord della Sabina, quello che si estende nella zona di Rieti e infatti questa pasta è detta anche “alla Reatina”.
Nella versione più “povera” la pasta viene realizzata semplicemente con acqua e farina e in passato in tempo di festa si aggiungeva un uovo all’impasto – solo oggi alcuni realizzano la sfoglia con un uovo a testa, ma sinceramente te lo sconsiglio!

Pensa che le “fregnacce” erano già preparate nella Magna Grecia e nell’Etruria, compaiono infatti negli scritti del famoso scrittore romano Cicerone con il nome di “laganà” – un impasto realizzato solo da acqua e farina che poi veniva tirato a mano e tagliato a strisce da cui deriva anche la lasagna.

E allora vediamola insieme questa antica ricetta della mia terra!

Fregnacce alla Sabinese

Print Recipe
Serves: 4 persone Cooking Time: 1 ora circa

Ingredients

  • Per fare l’impasto
  • Farina 350 gr
  • Uovo bio 1 (opzionale)
  • Acqua tiepida
  • Sale un pizzico
  • Per il sugo:
  • Pomodori Pelati 500-600 gr
  • Aglio uno spicchio
  • Olio extra vergine di oliva 1 c.aio
  • Peperoncino abbondante
  • Olive della Sabina 150 gr
  • Funghi porcini
  • Prezzemolo tritato 2 c.ai (opzionale)

Instructions

1

Preparare la farina a vulcano sulla spianatoia, crea il cratere e all'interno versa l'uovo ed impastarla con l'acqua ed il sale.

2

Lavora l'impasto fino ad ottenere un composto omogeneo, lascialo riposare (se hai tempo) per una mezz'ora e poi stendilo in una sfoglia non troppo sottile circa 2-4 millimetri e lascia riposare le "stese" (così si chiamano le sfoglie in reatino).

3

Nel frattempo prepara il sugo e metti sul fuoco l'acqua per la pasta.

4

Fai imbiondire uno spicchio d’aglio con del peperoncino nell’olio evo per pochi minuti, poi aggiungi le olive, i funghi tagliati e i pomodori pelati, sala e lascia cuocere per 25-30 minuti a fuoco lento.

5

Infarina bene le stese e ripiegale, come un rotolo piatto, su se stesse e tagliale di traverso, da destra verso sinistra, in modo irregolare formando dei triangoli (è lo stesso tagli dei mal tagliati).

6

La pasta va cotta in abbondante acqua salata, per 5 minuti. E appena pronta, scolala e condisci con abbondante sugo e il prezzemolo tritato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *