Lo Strudel di Mele alla Franco Berrino!

Lo stupore! Che magica emozione!
Quella capacità di saper contemplare la novità, di sapersi meravigliare, di saper vivere cioè la bellezza di ciò che non è atteso immaginato!
Non è da tutti saperlo fare!
Spesso ci dimentichiamo di notarla la bellezza, ci passa accanto e non la notiamo, l’abitudine e la noia entrano dalla porta principale e arrivano momenti in cui il profumo di un fiore ci sembra cosa ovvia, i colori di un’alba non c dicono nulla, la bellezza del vento ci indispettisce, il rumore della pioggia ci stanca e l’amore di qualcuno ci sembra cosa “normale”.

“Meravigliarsi è come presentire o intravvedere un’intera storia in un primo sguardo quando ci si innamora.”

L’arte di essere fragili – Alessandro D’Avenia

Beh a casa mia questo strudel ha destato davvero un gran stupore!
Non solo al primo sguardo ma anche alla prima ventata di profumo: sa di buono, sa di casa, sa di ricordi intramontabili!
Infatti è terminato in una mattinata e ci ha lasciati con le briciole tra le mani a chiederci come potesse racchiudere cotanta bontà!

Un dolce che entra di tutto diritto tra i miei preferiti…perfetto senza zuccheri aggiunti e senza derivati animali, croccante fuori ma dal cuore caldo e morbido dentro! Una meravigliosa scoperta!

Strudel di Mele di Franco Berrino

Print Recipe
Cooking Time: 2 ore

Ingredients

  • Farina tipo 2 200 gr
  • Semola di grano duro 50 gr
  • Olio evo delicato 50 ml
  • Acqua tiepida circa 150 ml
  • Mele 2 grandi
  • Uvetta 80 gr
  • Cannella a piacere
  • Buccia grattugiata di 1 limone bio
  • Succo di metà limone
  • Kuzu (facoltativo) 1 c.ino
  • Noci 30 gr
  • Mandorle tostate 30 gr
  • Pinoli 20 gr
  • Sale marino integrale
  • Malto di riso 1 c.ino
  • Succo di limone 1 c.ino + un po' di acqua

Instructions

1

Per prima cosa prepara la pasta "sfoglia" unendo alle farine l'olio, il sale e l'acqua, impasta fino a che non sia omogeneo (potrebbe servirti più o meno acqua), e lascia riposare per un'ora.

2

Metti in ammollo l'uvetta in acqua calda, nel frattempo taglia le mele a tocchetti e aggiungi il succo e la scorza di limone, la cannella, un pizzico di sale e poi l'uvetta mollata e strizzata. Cuoci il ripieno dello strudel così ottenuto in un piccolo tegame con un goccio di acqua per pochi minuti, giusto per ammorbidirle, poi sciogli il kuzu in una tazzina di acqua fredda, aggiungilo alle mele e lascia sul fuoco uno o due minuti fino a quando l'acqua con i kuzu non diventerà semi trasparente, spegni e tieni da parte.

3

Trita grossolanamente le mandorle e le noci e metti da parte anch'esse.

4

Accendi il forno a 180°.

5

Riprendi la pasta e stendila a 1-2 mm su carta forno, dandogli una forma rettangolare, distribuisci sulla superficie la frutta secca tritata creando una "copertura" e lasciando liberi 2 cm alle estremità più corte, distribuisci allo stesso modo le mele e poi arrotola lo strudel su se stesso e chiudilo alle estremità più corte premendo con i lembi di una forchetta.

6

Cuoci in forno caldo per 30 minuti circa, qualche minuto prima che la cottura sia ultimata togli dal forno lo strudel e spennellalo con il malto sciolto con il succo di limone e u po' di acqua se serve, inforna di nuovo e termina la cottura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *